DigitalOcean, un eccezionale servizio di Cloud Hosting, da provare! Inoltre, suggerendolo puoi guadagnare :)

sabato 31 gennaio 2009

Tecniche di Data Mining per applicazioni della logistica: il caso del porto di Gioia Tauro

L’argomento che ho affrontato nella mia tesi di laurea è stato la ricerca di un nuovo metodo di ottimizazione del piazzale del porto di Gioia Tauro attraverso lo studio, l’analisi e l’utilizzo di tecniche di Data Mining, al fine di realizzare un software che permetta di risolvere i numerosi problemi inerenti all’attività mercantile del porto.
Ogni giorno il porto di Gioia Tauro accoglie una quantità enorme di navi mercantili, le quali, ad ogni sbarco, depositano altrettante partite di merci destinate al commercio e alla distribuzione al di fuori dell’area del porto. Data la grande mole di movimentazione delle merci nelle banchine del porto, le quali a loro volta sostano al suo interno in attesa di essere smaltite, con tempi di permanenza che variano a seconda della merce stessa, sorge la necessità di migliorare la gestione del piazzale, ottimizzando l’organizzazione dello stesso in merito ai tempi e allo spazio innanzitutto.
L’attuale approccio utilizzato nello stoccaggio delle merci usa come criterio di discernimento il porto di destinazione, che in numerosi casi risulta come dato sconosciuto, e le caratteristiche della merce, mirando a conferire alla merce una collocazione ottimale sul piazzale in base alla movimentazione futura ipotizzata. Finora, tale approccio si è dimostrato poco efficiente nell’amministrazione pratica del piazzale, sia perché i dati comunicati dalle navi prima dello sbarco non sono sempre completi e sufficienti, sia perché anche dopo lo sbarco della merce non si riescono a formulare ipotesi corrette, o almeno attendibili, circa il suo futuro prossimo. Da quanto detto deduciamo chiaramente che il tipo di organizzazione nella gestione del piazzale al momento risulta quanto meno inadeguato rispetto alle esigenze di un porto che con una tale movimentazione può presentare. Questo perché i metodi attualmente utilizzati per svolgere questo compito presentano grandi margini di incertezza che comportano come conseguenze prime enormi sprechi e disorganizzazione spaziale e temporale nell’ambiente del piazzale stesso.
Alla luce di tutto ciò, il contributo e lo scopo principali della tesi sono quelli di riuscire a fornire dati altamente attendibili riguardo il futuro prossimo della merce, permettendo così una gestione ottimale del piazzale.

Nessun commento:

Posta un commento

DigitalOcean, un eccezionale servizio di Cloud Hosting, da provare! Inoltre, suggerendolo puoi guadagnare :)

Cerca su Wiki

Cerca su Google

Cerca nel Blog con Google